Visitare una miniera e tutta la zona amiatina

lunedì, ottobre 27, 2008

Sicuramente una zona molto interessante da visitare, vsia per l'aspetto paesaggistico che quello culturale, senza dimenticare i vari sport estivi ed invernali che è possibile praticare oltre all'ottima cucina.

Particolarmente interessante la visita alle antiche minerie...da effettuare in tutta tranquillità e sicurezza




Riporto testualmente questa presentazione, che mi è sembrata molto rappresentativa del territorio e che è una lettura molto piacevole

LA CIVILTA' AMIATINA
Ho incontrato fugacemente, mentre ricercavo notizie per il Parco, un giovane prete.
Oltre che alla parrocchia, cura quanto meno un'altra chiesetta plebana, arrampicata sul monte, e poi l'oratorio, e poi i ragazzi delle scuole e poi, oviamente, le anime ..'che sono dolci, ed assai belle sotto la scorza di una pelle avvezza ancora ai campi'. Senza peraltro mai staccare dai suoi impegni, quasi di corsa, mi ha detto ..'scavi, scavi pure tra le pietre ed i fogli, faccia foto, faccia tutto per far vedere ed amare la storia di questi posti. Sà, se miseria vi è stata ed ancora resta in questa zona, è perchè i suoi abitanti hanno dimenticato e lavorano assai poco nella ricerca, tra i valori accumulati nei secoli dalle loro storie. Torni a cercare perchè qui la Storia è grande e grande potrebbe essere questa meraviglia che è l'Amiata'.
Certo, l'idea del Parco.
Un Parco Amiata non può essere come un parco africano. Natura, animali e nulla di più.
Qui siamo in Europa ed assieme alla natura, che è splendida e presente, agli animali, numerosi ed insoliti, esistono i giacimenti.
Già i giacimenti, quelli esauriti d'argento e di mercurio, e quelli inesauribili della cultura, del lavoro, dei comportamenti del popolo amiatino.
I giacimenti che hanno plasmato la montagna, che hanno aggiunto ed abbellito la Dea Terra e trasformato il parco in Giardino.
Se si crede che ogni azione debba essere fatta con rispetto ed umiltà, per durare nel tempo, per abbellire l'angolo di terra che ci è dato, come gli amiatini fanno ed hanno fatto per secoli, è ovvio che i vecchi castelli ritornino come ai tempi migliori, e si trasformino in fattorie che con le vigne e gli armenti rastremano le vallate. E' ovvio che l'umile pianta di castagno, si presenti per chilometri come un imponente giardino, con incredibili prati verdi. E' ovvio che le torri ed i campanili si staglino nel cielo sopra i profili dei paesi per dare il timbro caratteristico ad ogni valle. Che senza eccessivo chiasso si aprano sentieri bianchi nelle foreste, che godono delle voci e delle risate dell'uomo. Che migliaia di ettari siano conservati per falchi, lupi ed avvoltoi, che aiutano a mantenere intatte le bucoliche lande silvo-pastorali, grondanti di latte, di olio e di vini di superba qualità. Che qualcuno si dedichi per ricordare come è stato grave il lavoro in miniera e la caparbia volontà di restare attaccati a questa 'Montagna Incantata'.
Ecco, un Parco in Europa è tutto questo, non certo un vecchio museo polveroso, ma un territorio che vive nel rispetto di se stesso e della sua grande Storia.
Ora che si inizia a capire che l'Eden, passo passo l'abbiamo costruito qui, su questa 'Isola di Terra', il Parco è fatto. Va soltanto formalizzato.

You Might Also Like

0 scarabocchi

Grazie della visita e del tuo commento...♥♥♥
è un piacere leggervi!
Sorrisone!
:)

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Circa Grafic Scribbles








modificare foto

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog

Mr.Webmaster


Motori ricerca

SEO


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

siti
sito internetBlog d'argento



Ebuzzing - Top dei blog - Blog creativi


Visite

eXTReMe Tracker

Views

© 2011 - 2016 Grafic Scribbles, AllRightsReserved.. Powered by Blogger.

on line