Il coniglio con patate di mia nonna e una bella testimonianza di tempi passati.

martedì, ottobre 15, 2013

coniglio,patate,nonna

Una ricetta che mi riporta indietro nel tempo, a quando ero piccola e la vita era più semplice.
Mia nonna cucinava questo coniglio con patate nei giorni di festa e...benchè segua passo passo la sua ricetta il risultato non è lo stesso...misteri tra i fornelli!


 ♦♦♦

Ricordo che neanche arrivavo per altezza a vedere cuocere il coniglio sul fuoco ...ricordo una cucina immacolata, una casa estremamente semplice, i miei nonni non erano certo benestanti...tutt'altro...ma io conservo di loro dei ricordi che mi scaldano il cuore e la nostalgia non è poca.
Ero un mondo piccolo, ricco di valori e nella povertà incredibilmente allegro e spensierato e con un grande calore umano...
Lascio un video di quel piccolo mondo, io ancora non ero nata nel 1950, ma ad un certo punto posso vederla...mia nonna...vestita di scuro, energica e sorridente mentre per l'appunto acquista un coniglio in macelleria.


Un Grazie alla signora Maria Laura che ha reso possibile un salto indietro nel tempo 
♦♦♦ 
Dopo questa divagazione ecco finalmente la ricetta:

coniglio,patate,nonna


Ingredienti


  • Un coniglio spezzato in piccoli pezzi (più sono piccoli più s'insaporiscano...ma non h detto di farne coriandoli...)
  • Aglio
  • Rosmarino
  • Alloro
  • Olio evo
  • Sale e pepe q.b.
  • Polpa di pomodoro
  • Un bicchiere di buon vino rosso
  • Brodo
  • Patate tagliate a tocchetti.


Preparazione

Mettere i tocchetti di patata in una bacinella e coprirli d'acqua.
In una padella abbastanza grande che possa contenere sia il coniglio che le patate fare un fondo di olio con un trito di aglio e rosmarino e una foglia d'alloro intera. Appena inizia a soffriggere unire il coniglio preparato come spiegato sopra e farlo cuocere fino a quando inizia a rosolare.

coniglio,patate,nonna

Solo a questo punto aggiungere il brodo e far cuocere finchè non sia evaporato, su fiamma bassissima.
Aggiungere quindi il pomodoro, sale e pepe e continuare la lenta cottura.

coniglio,patate,nonna

Intanto in un'altra padella friggere brevemente i tocchi di patate scolati ed asciugati, per poi farli sgocciolare su carta da cucina che deve assorbire l'olio di friggitura. Non importa se fredderanno.

coniglio,patate,nonna


Quando il coniglio è morbido e quasi cotto aggiungere il vino e far evaporare.
Aggiungere infine le patate e farle insaporire nell'intingolo che si sara' creato.
Servire ben caldo.

Etichetta

  • Chianti dei colli sensesi Fattoria dei Conti di Poggio Turrito

You Might Also Like

3 scarabocchi

  1. Ciao Azzurra! Ma hai aperto un nuovo blog? E' bellissimo e la grafica mi piace da morire, complimenti!
    Tra l'altro adoro la Toscana, sai che mio marito e io vorremmo trasferirci in un paesino di questa bellissima regione un giorno? E' il nostro sogno ^_^ Vogliamo allontanarci dalla città (Roma), è diventata invivibile!
    Comunque bellissimo post, commovente... i ricordi di infanzia sono da conservare gelosamente! ♥ A presto

    RispondiElimina
  2. Sono quei piatti antichi, saporiti e sostanziosi nella loro semplicità, quelli che ti accolgono, dopo una giornata gelida trascorsa all'aperto, tra le braccia calde del focolare, che ti riscaldano il cuore e lo stomaco insieme ad un buon bicchiere di vino rosso robusto e che ti fanno andare a letto sazio e soddisfatto.
    E' un piatto che mi riporta all'infanzia, ai campi dei nonni, ai loro animali, alle cene davanti il fuoco dove contava la famiglia e non si guardava la televisione, dove le carni erano macellate da loro e le verdure raccolte dalle loro mani, un mondo magnifico che cerco di far sopravvivere al meglio nonostante i tempi siano cambiati alla velocità della luce... il calore della famiglia è ciò che mi viene trasmesso da questo tipo di cucina ed è quello che cerco sempre di imporre in casa mia.
    Un abbraccio, Tatiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tatiana,
      ho letto con piacere il tuo commento....vero...oggi è difficile far rivivere una certa atmosfera dei tempi andati....ma non impossibile...e le ricette della memoria non vanno perse, infatti è lo scopo di questo blog...qua in toscana esiste una specie di proverbio..."si stava meglio quando si stava peggio" e credo renda perfettamente l'idea....
      ti lascio un abbraccio e grazie ancora tatiana

      Elimina

Grazie della visita e del tuo commento...♥♥♥
è un piacere leggervi!
Sorrisone!
:)

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Circa Grafic Scribbles








modificare foto

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog

Mr.Webmaster


Motori ricerca

SEO


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

siti
sito internetBlog d'argento



Ebuzzing - Top dei blog - Blog creativi


Visite

eXTReMe Tracker

Views

© 2011 - 2016 Grafic Scribbles, AllRightsReserved.. Powered by Blogger.

on line